Notizie Locali


SEZIONI
Catania 28°

LA CRISI

Emergenza rifiuti, altri Comuni etnei sospendono la raccolta: ora c’è il rischio dell’aumento delle microdiscariche

Si aggravano le ripercussioni della chiusura dell'impianto Tmb di contrada Coda Volpe a Lentini

Di Redazione |

Dopo Giarre, altri Comuni etnei hanno deciso di sospendere la raccolta di rifiuti a causa dello stop imposto alla discarica di Lentini. Ora il rischio di un abbandono incontrollato di rifiuti con la fiormzaqzione di mini discariche abusive diventate più concreto che mai.

«Abbiamo ricevuto comunicazione da parte della Sicula Trasporti che da oggi e a data da destinarsi non consentirà l’ingresso dei compattatori per il conferimento del rifiuto indifferenziato – ha affermato il sindaco di San Giovanni La Punta, Antonino Bellia, sulla chiusura dell’impianto Tmb di contrada Coda Volpe -. Tale situazione sta creando notevoli disagi a tutti i comuni, pertanto Vi invito, come in più occasioni fatto, a differenziare ulteriormente i vostri rifiuti al fine di ridurre al minimo la quantità di indifferenziata».

«Allo stato attuale e se non abbiamo ulteriori notizie – aggiunge il primo cittadino del Comune etneo – relative a una possibile soluzione del problema potrebbe essere a rischio la raccolta della frazione indifferenziata nella giornata di giovedì 27 giugno, e per tale motivo vi invitiamo a non esporre il rifiuto. Allo stesso tempo la Dusty, per gli stessi motivi già esposti, non ritirerà i rifiuti abbandonati e non svuoterà i cestini delle pubbliche vie e delle piazze. Ci auguriamo tutti – conclude il sindaco Bellia – che l’assessorato regionale dell’acqua e dei rifiuti di concerto con la Prefettura riescano in tempi brevi a trovare una soluzione per scongiurare il rischio di una seria emergenza ambientale e sanitaria. Sarà nostra cura comunicare ulteriori notizie e comunicazioni in riferimento alla ripresa del servizio».

«Situazione non accettabile»

Domani niente raccolta dei rifiuti anche a Bronte, dove il sindaco, Pino Firrarello, e il vice sindaco, Salvatore Pizzuto, hanno firmato una direttiva che sospende la raccolta dei rifiuti indifferenziati per un giorno. A motivare la decisione è stata la missiva della società Sicula trasporti che ha comunicato la chiusura dell’impiato Tmb della discarica di contrada Coda volpe

«Invitiamo i cittadini a non mettere fuori casa i rifiuti domani. – afferma il sindaco Firrarello – e ovvio però che questa situazione non è accettabile. Non è possibile chiudere una discarica e impedire la raccolta dei rifiuti in un periodo come questo, quando il caldo afoso rende tutto più difficile. Il problema va affrontato e risolto definitivamente. Sono ormai decenni che si discute dei rifiuti in Sicilia. Addirittura Cuffaro, quando era presidente, propose di realizzare i termovalorizzatori, ma alla fine la sua proposta fu bocciata. Eppure i termovalorizzatori nel resto d’Europa funzionano benissimo. Tutti sanno infatti che ci sono in pieno centro a Brescia ed a Parigi. Noi, invece – conclude il sindaco di Bronte – continuiamo a rinviare la discussione e a riempire le discariche, con il rischio di dover lasciare i rifiuti per le strade al primo banale problema di carattere burocratico».COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA


Articoli correlati