Notizie Locali


SEZIONI
Catania 14°

Covid-19

Coronavirus a Siracusa, il sindaco Italia chiede la “testa” dei vertici Asp

Di Redazione |

«C’è ormai una frattura insanabile tra la città e i vertici sanitari siracusani ed è un frattura che deve essere superata perché dobbiamo creare un nuovo clima di fiducia che ormai non c’è più».

Lo ha detto il sindaco di Siracusa, Francesco Italia, che nel corso di una diretta social dove ha reso noto un atto della giunta che rivolge tre richieste al presidente Musumeci e all’assessore alla Salute, Razza.

La prima è «di adottare ogni atto di loro esclusiva competenza, necessario all’immediato ripristino di condizioni di piena fiducia da parte della giunta e della cittadinanza nei confronti dei vertici della Asp siracusana».

La seconda «di adottare ogni atto necessario» per fare intervenire la Croce rossa militare Comando regionale della Sicilia e provinciale di Siracusa e l’Unuci, sezione di Siracusa e provincia. Infine «di rendere permanente nella città di Siracusa la presenza del Covid Team disposta dall’assessore della Salute».

«Se qualcuno ha sbagliato certamente deve pagare e sarà la magistratura a decidere» ha detto Italia che è tornato a chiedere che si faccia chiarezza sulla gestione dei tamponi effettuati, i cui esami non arrivano o arrivano con grande ritardo. «I cittadini – ha concluso il sindaco – devono sentirsi tutelati ed anche il personale sanitario, che gode fiducia della gente del Comune e di tutte le altre istituzioni».COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA


Articoli correlati