Notizie Locali


SEZIONI
Catania 17°

infrastrutture

Ferrovia interrata e pista dell’aeroporto più lunga: ecco l’appalto Rfi da 400 milioni

Pubblicato il bando per il progetto esecutivo e per la costruzione 

Di Redazione |

 Rete Ferroviaria Italiana, del gruppo Fs italiane, ha pubblicato sulla Gazzetta ufficiale dell’Unione europea la gara per la progettazione esecutiva e la realizzazione dei lavori per l’interramento della linea tra Catania Acquicella e Bicocca, nel nodo di Catania, per consentire il prolungamento della pista dell’aeroporto di Fontanarossa. La gara ha un valore di oltre 404 milioni di euro, finanziati anche con i fondi del Pnrr, ed è parte integrante del nuovo collegamento ferroviario Palermo-Catania-Messina. 

L’intervento consiste nell’interramento del tratto ferroviario che interferisce con il prolungamento della pista del Vincenzo Bellini con la realizzazione di una galleria artificiale e trincee per circa 3 chilometri. Inoltre, il progetto prevede la modifica del tracciato di collegamento Catania-Siracusa, la realizzazione di un nuovo ramo per i collegamenti diretti tra Siracusa e Palermo e della nuova stazione Bicocca, con un nuovo terminal merci nell’attuale impianto, e la trasformazione in stazione della fermata Catania Aeroporto Fontanarossa, con la realizzazione di un terzo binario.   Per il completamento dell’opera è stato nominato come Commissario straordinario di governo Filippo Palazzo. 

La nuova opera, spiegano dal gruppo Fs italiane, sarà fondamentale per la mobilità catanese e siciliana: sia perché propedeutica alla realizzazione della nuova pista di volo dell’aeroporto Fontanarossa da parte della società di gestione dell’aeroporto; sia perché consentirà un miglioramento del collegamento ferroviario con lo scalo di Catania Fontanarossa tramite il potenziamento della stazione Aeroporto Catania Fontanarossa, l’ammodernamento dell’impianto di Bicocca, il più importante terminal merci siciliano, e l’adeguamento della tratta ferroviaria agli standard europei.

«Un intervento che consentirà all’aeroporto Bellini una prospettiva di crescita e di incremento dei flussi turistici, con notevoli ricadute positive sull'economia e sullo sviluppo del territorio siciliano. Sarà questo il filo conduttore del mio governo». Lo afferma il presidente della Regione, Renato Schifani. A lavori terminati, «Fontanarossa» avrà una nuova pista di 3.100 metri rispetto a quella attuale di 2.436 metri, oltre a un’altra destinata al rullaggio degli aerei. Un investimento che consentirà l’aumento della capacità di trasporto dell’aeroporto e il potenziamento dei voli intercontinentali. Il tratto ferroviario interrato è quello della linea ferroviaria Catania-Siracusa, fra le stazioni di Acquicella-Bicocca-Lentini (per una lunghezza di quasi sei chilometri). «Un’altra grande opera strategica per la mobilità dell’Isola – aggiunge l’assessore alle Infrastrutture, Alessandro Aricò – è pronta a partire. Solo migliorando i servizi, adeguandoli ai canoni degli altri Paesi europei, la Sicilia potrà essere sempre più attrattiva e connessa». 

Anche il senatore di FdI Salvo Pogliese plaude alla notizia "per troppo tempo attesa e che adesso sta per diventare realtà". "Del prolungamento della pista si parla sin da quando ero ragazzo e adesso grazie anche al decisionismo del Presidente Schifani e dell’assessore Aricò l'attesa è finita. Una prospettiva di crescita per lo scalo di Catania e per tutta la Sicilia. A lavori della pista ultimati, infatti, si potrà pensare, in accordo con le principali compagnie, ai collegamenti su lunghe tratte intercontinentali senza la necessità di dover effettuare scali intermedi. Un grande passo in avanti per Catania e la Sicilia tutta per troppo tempo relegata a un ruolo marginale anche nel campo del trasporto aereo senza dimenticare che lo scalo di Fontanarossa è tra i più attivi per traffico in Italia. Tutto questo non ci farà dimenticare, come abbiamo già detto, l'enorme problema delle tariffe aeree troppo care nella tratta per Roma e Milano e che dovrà essere risolto al più presto. I siciliani aspettano risposte e i governi di centrodestra sia a Palermo che Roma riusciranno a darle".COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA


Articoli correlati