Notizie Locali


SEZIONI
Catania 12°

Indagini

Strage in famiglia nel Palermitano, l’omicida: «Volevo liberarli dal demonio»

E' quanto avrebbe detto Giovanni Barreca ai carabinieri ai quali si è consegnato dopo aver ucciso la moglie e due dei suoi figli

Di Redazione |

«Volevo liberarli dai demoni», Questo ha detto stamani Giuseppe Barreca dopo che i carabinieri sono entrati nella villetta del massacro dove sono stati uccisi la moglie di Barreca, Antonella Salomone e i loro due figli di 3 e 16 anni. Sotto interrogatorio, nella caserma di Bagheria, c’è una coppia di amici di Barreca che potrebbe aver avuto un ruolo nel triplice delitto, ispirando l’assassino a compiere il gesto, che risalirebbe a quanto pare a 36 ore fa, per salvarsi da Satana.

Giovanni Barreca, muratore, era un vero e proprio fanatico religioso e citava spesso nel suo profilo FB Roberto Amatulli, parrucchiere barese auto proclamatosi pastore evangelico, guaritore ed esorcista che affermava di essere in grado di scacciare il demonio. Amatulli, che diceva di poter curare malattie gravi e invitava i fedeli-pazienti a non ricorrere ai medici, è stato coinvolto tempo fa in una inchiesta de Le Iene. Barreca era un fedele della Chiesa Evangelica, che in provincia di Palermo ha diverse comunità religiose le quali, assicura il sindaco di Altavilla Pino Virga, «vivono con sobrietà e senza eccessi il loro culto».

I carabinieri sono arrivati nella casa degli orrori dopo la chiamata dell’assassino. Nell’abitazione hanno trovato stamani la figlia 17enne della coppia che – non è ancora chiaro perchè – è stata risparmiatadalla furia assassina del padre. La ragazza era sotto choc, intontita ma non è chiaro se sia stata drogata.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA