Notizie Locali


SEZIONI
Catania 26°

Lo dico

Lentini: “Il valzer delle transenne”

Di Redazione |

Lentini 25 giugno ore 2.20 (avete letto bene, nel cuore della notte! Anzi, oggi sono venuti in ritardo, settimana scorsa addirittura alle 2). Qualcuno era ancora rimasto al valzer del moscerino o a quello delle candele ma evidentemente all’amministrazione leontina sono più fantasiosi, e qualche dirigente ordina agli operai di fare il solito balletto delle transenne, solo che (mischini) gli operai per non produrre rumori molesti si sobbarcano di un lavoro (peraltro inutile) assai faticoso perché; prima smantellano la recinzione (tutto a forza di braccia e schiena) dopo spostano i blocchi di cemento (che fanno da ancoraggio alle transenne mobili) con l’ausilio di una carriola (come quella con cui si trasportano le casse delle bibite con le ruote gommate) e dopo rimontano le transenne più in là, dove i cani piscioni hanno abbondantemente innaffiato le vie e lasciato i loro escrementi (merito di padroni incivili). Voi vi chiederete: ma perché gli operai non vengono più tardi? E io vi rispondo: perché lo smontaggio e il rimontaggio richiede tempo e già prima delle 5 ci sono ambulanti che vengono a montare ” ianu na caddacia ” come diciamo in dialetto.Soluzione: basterebbe eliminare le transenne e sanificare in mattinata la zona con i mezzi della nettezza urbana. “Elementare Watson!” direbbe Sherlock Holmes. Alla prossima ”genialata”

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA