Notizie Locali


SEZIONI
Catania 25°

La polemica

Tariffe aeree agevolate da scalo Reggio Calabria soltanto per residenti a Messina

Insorgono i sindaci del comprensorio Nebroideo che bollano come assurda l'iniziativa

Di Redazione |

I Sindaci dei comuni dei Nebrodi e della zona tirrenica sono sul piede di guerra, dopo la notizia che i residenti di Messina avranno tariffe agevolate dall’aeroporto di Reggio Calabria. A farsi promotore della protesta il primo cittadino di Naso, Gaetano Nanì: "L'ennesima beffa si sta consumando, nel silenzio generale, sulla testa degli abitanti della zona tirrenico-nebroidea. Nei giorni scorsi durante una Conferenza dei Servizi sullo scalo 'Tito Minnitì, sono state stabilite delle tariffe speciali di 40 euro, per volare dall’aeroporto di Reggio Calabria verso Torino, Bologna e Venezia.

La beffa? Il prezzo bloccato del biglietto, così come si evince da un comunicato della Regione Calabria, è riservato ai soli residenti nel Comune di Messina! Alla Conferenza hanno partecipato i rappresentanti del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibile, dell’Enac, delle Città Metropolitane e dei Comuni di Reggio Calabria e Messina, e l’amministratore unico di Sacal. È pertanto assurdo che il sindaco di Messina o un suo delegato, abbia "dimenticato" che oltre al capoluogo esiste un’intera provincia. Un’umiliazione per oltre 250.000 cittadini che da una vita attendono il potenziamento del sistema ferroviario – autostradale e che per raggiungere un aeroporto devono sobbarcarsi un viaggio di oltre tre ore. Da sindaco – conclude Nanì, promotore nel recente passato, di diverse iniziative in favore del suo territorio – ho cercato di portare avanti le istanze di tutto il comprensorio tirrenico-nebroideo tagliato fuori anche dagli interventi del PNRR, adesso chiedo ai governi regionale e nazionale che tra poco entreranno nel pieno delle proprie funzioni, ed agli organi preposti, di 'sentirè anche la nostra voce: di non lasciarci morire nell’indifferenza più assoluta".   COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA