Notizie Locali


SEZIONI
Catania 34°

Mondo

Iran: ancora proteste per morte Mahsa, donne bruciano hijab

Le manifestazioni si allargano a tutto il Paese

Di Redazione |

ROMA, 21 SET – Si allargano le proteste in Iran dove, per la quinta notte consecutiva, i manifestanti sono scesi in piazza dopo la morte di Mahsa Amini, la 22enne arrestata dalla polizia morale perché non indossava correttamente il velo e deceduta dopo tre giorni di coma per i maltrattamenti subiti. I manifestanti hanno protestato nella notte in 15 città dell’Iran, bloccando il traffico, incendiando cassonetti e veicoli della polizia, lanciando pietre contro le forze di sicurezza e scandendo slogan antigovernativi. La polizia ha usato gas lacrimogeni e ha effettuato arresti per disperdere la folla, scrive l’agenzia Irna. Uomini e donne, molte dei quali si erano tolte il velo, si sono riuniti a Teheran e in altre grandi città, tra cui Mashhad (nord-est), Tabriz (nord-ovest), Rasht (nord), Isfahan (centro) e Kish (sud). In alcuni casi, le donne si sono tolte l’hijab e lo hanno bruciato per protestare contro la legge sul velo obbligatorio nel Paese e i video sono stati postati online.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: