Notizie locali
Pubblicità
foto a Facebook

Mondo

Patrick Zaki torna libero, gli abbracci e poi le prime parole: «Tutto bene»

Di Redazione

Patrick Zaki è libero. Lo studente egiziano dell’università di Bologna, arrestato il 7 febbraio del 2020, è uscito dal carcere di Mansoura dopo circa 22 medi di prigionia. Oggi è stato scarcerato da un commissariato di Mansura, appena uscito ha abbracciato la madre. - L’abbraccio è avvenuto in una stretta via su cui affaccia il commissariato, fra transenne della polizia del traffico e un camion con rimorchio. Per abbracciare la madre Patrick ha lasciato a terra un sacco bianco di plastica che portava assieme a una borsa nera. Dopo il lungo abbraccio con la madre, c'e stato quello con la sorella e poi ancora con gli altri familiari.

Pubblicità

«Tutto bene». Queste le prime parole che Patrick Zaki ha pronunciato, parlando in italiano, dopo il rilascio. 

 «Un abbraccio che vale più di tante parole. Bentornato Patrick!» ha invece scritto su Fb il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, postando una foto dell’abbraccio tra Zaki e la sorella all’uscita dal carcere. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA