Notizie locali
Pubblicità
Coronavirus, sull'uso dei condizionatori i consigli degli esperti

Italia

Coronavirus, sull'uso dei condizionatori i consigli degli esperti

Di Redazione

ROMA - L’uso dei condizionatori, che con l'avvicinarsi dell’estate sarà sempre più frequente, non costituisce di per sé un pericolo in relazione al Covid-19, ma è meglio prendere alcuni accorgimenti per un uso sicuro, a partire dalla pulizia. Lo ricordano gli esperti di diverse agenzie, a partire dall’Oms.

Pubblicità

«Anche se il Covid-19 non è trasmesso attraverso l’aria ma da persona a persona, attraverso i droplets - scrive l’Oms in una delle sue linee guida - bisogna fare attenzione alle condizioni dei filtri e a mantenere l’appropriato scambio dell’aria. Il funzionamento di ventilatori, impianti di scambio d’aria e dispositivi per la deumidificazione deve essere controllato». Le stesse indicazioni vengono dall’Aicarr, l’associazione italiana del condizionamento dell’aria, che sottolinea come lo scambio dell’aria con l’esterno garantito dai condizionatori sia invece un fattore positivo. «Questi impianti - scrive l'associazione in uno dei suoi prontuari dedicato proprio al Covid-19, in cui ricorda che il caso del coronavirus è diverso da quello di altri agenti patogeni come la legionella, che è un batterio - possono nella maggior parte dei casi ridurre il rischio di contagio del coronavirus, se vengono gestiti bene. In assenza di contagiati in casa - aggiunge il documento - non ci può essere il virus, quindi l’accensione non comporta rischio di contagio».

Nelle case, sottolinea un rapporto dell’Istituto Superiore di Sanità dedicato alla qualità dell’aria indoor, i maggiori accorgimenti vanno adottati se c'è qualche impianto dove ricircola sempre la stessa aria. In questo caso, si legge, «è opportuno pulire regolarmente, in base alle indicazioni fornite dal produttore e ad impianto fermo, i filtri dell’aria di ricircolo in dotazione all’impianto per mantenere livelli di filtrazione/rimozione adeguati. La polvere catturata dai filtri rappresenta un ambiente favorevole alla proliferazione di batteri e funghi, e comunque di agenti biologici». Anche in queste abitazioni è importante aprire regolarmente le finestre e balconi per aumentare il ricambio e la diluizione degli inquinanti accumulati nell’aria ricircolata continuamente. Inoltre vanno pulite regolarmente le prese e le griglie di ventilazione. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA