Notizie Locali


SEZIONI
Catania 25°

Politica

Regionali Sicilia, la Sinistra si gode il risultato ed è scontro con il Pd su Grasso

Di Michele Esposito |

CALTANISSETTA – Un risultato importante al termine di un percorso limpido. Mdp e Sinistra Italiana, alla prima prova da alleati, definiscono la forbice 6-10% assegnata dagli exit poll al loro candidato Claudio Fava e guardano con «fiducia» alla feroce campagna elettorale che seguirà il voto siciliano. Una campagna dove, per ora, a tenere banco restano i rapporti con il Pd e le conseguenze, nettamente negative anche in Sicilia, della frattura dell’alleanza che, di fatto, si presentò 5 anni fa alle Politiche. Il risultato di Fava, al netto dell’approssimazione degli exit poll, risponde alle aspettative della Sinistra ma decreta la fine del sogno del sorpasso sul candidato Pd-Ap Fabrizio Micari.

Ed è proprio con i Dem che, nei minuti successivi alla chiusura delle urne, si consuma un feroce scontro che ha nel presidente del Senato Pietro Grasso – dato dai rumors parlamentari come in pole per la leadership di una lista unica della sinistra – il suo casus belli. «Micari ha avuto il coraggio che non ha avuto Grasso di fare il candidato del centrosinistra», attacca il renziano Davide Faraone che incalza: anche la «sinistra si è tirata fuori per fare danno a Renzi». Immediata la risposta degli ex Sel ed ex Pd. «Le parole di Faraone confermano l’arroganza dei renziani», osserva il senatore Mdp Miguel Gotor laddove Arturo Scotto incalza: «il Pd rifletta sul fatto che non compete neanche lontanamente con Grillo e Berlusconi».

Al Comitato elettorale di Fava, a Palermo, è Erasmo Palazzotto a palesarsi al momento degli exit poll. «Il dato dell’astensione è drammatico, la politica deve trovare risposte ai cittadini nei confronti dei quali ha perso credibilità», commenta il deputato di SI mentre il suo collega Scotto guarda al voto già in prospettiva nazionale: «ci troviamo di fronte a un progetto solido in Sicilia e a livello nazionale».

Del resto, nell’Isola negli ultimi giorni sono scesi tutti i big della Sinistra, da Pier Luigi Bersani a Nicola Fratoianni. E chissà che a portar voti a Fava non sia stata anche l’uscita di Grasso dal Pd. Proprio attorno al presidente del Senato, nelle prossime settimane, si giocherà la complicata partita della leadership di una forza che, dopo il voto in Sicilia, è ancor più lontana dal Pd.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA


Articoli correlati