Notizie Locali


SEZIONI
Catania 12°

I cambiamenti. Quando il comportamento di un quattro zampe si rivela insolito e persistente occorre un veterinario specializzato

La salute mentale del pet e i campanelli d’allarme

Di Redazione |

Tenere un animale domestico in casa non è solo preoccuparsi di cibo, passeggiate, giochi, bagnetti e salute fisica. I pet hanno bisogno, quando e se necessario, anche di un supporto psichico che potrebbe rendere difficile se non impossibile la convivenza con gli esseri umani. Esattamente come reagirebbe un bambino con l’arrivo di un altro suo simile in casa a qualunque titolo, per esempio, se è arrivato un nuovo amico a quattro zampe in famiglia si potrebbe creare una situazione conflittuale. Cane o gatto potrebbero cambiare improvvisamente comportamento in maniera apparentemente incomprensibile. Così come può succedere che il pet disubbidisca o non ascolti nessun componente della famiglia. Se il vostro animale ha subito un trauma, potreste avere bisogno di ricreare un rapporto di fiducia con lui. O magari vi ritrovate in casa un cane aggressivo o dominante che non riuscite a gestire da soli.In questi casi, e molti altri ancora, è necessario l’intervento di un medico veterinario comportamentalista, professionista che segue un intricato processo di formazione. Infatti, prima ottiene la laurea in medicina veterinaria, poi un master o una scuola di specializzazione per il titolo di comportamentalista per cani, gatti e altri animali domestici. Ma di cosa si occupa esattamente questo professionista e quando dovresti rivolgerti a lui o lei? Il veterinario comportamentalista interviene in tutte le situazioni in cui ci sia un problema nel comportamento dei tuoi animali domestici. Per esempio quando ci sono problemi di tipo psicologico, ambientale o misto nei quali il professionista analizza la situazione e individua le criticità nel rapporto tra il padrone e l’animale d’affezione. Esempi di situazioni in cui coinvolgerlo sono l’adozione di un nuovo amico a quattro zampe, la convivenza tra diversi animali nell’ambiente domestico o traumi subiti dall’animale prima o dopo l’ingresso in casa.Il comportamentista per cani analizzerà la condizione psicologica dell’animale domestico. Il suo rapporto con i membri della famiglia o coloro che convivono nella tua casa viene studiato. In base alle criticità riscontrate, il medico veterinario comportamentista potrebbe aver bisogno del coinvolgimento di uno psicologo per animali o di altri specialisti. In questo modo creerà una task force che possa riportare la serenità e l’equilibrio di casa. La specializzazione di questo professionista consente di prevenire e diagnosticare problematiche psicologiche nel cane. Quindi l’obiettivo è ristabilire l’equilibrio delle sue interazioni con gli umani. Per questo il comportamentista per cani può intervenire sia nelle fasi iniziali dell’adozione o della nascita di un cucciolo, sia in fasi successive. Per esempio se un trauma o un qualsiasi altro problema causa eccessiva aggressività, nervosismo o apatia nel tuo amico a quattro zampe, il veterinario comportamentalista saprà come approcciare il cane. Il suo intervento dovrebbe coinvolgere sia l’animale domestico che i membri della famiglia o i coinquilini che si occupano di lui. Ristabilire un’interazione e una comunicazione rispettosa dei reciproci spazi può essere un importante passo avanti. La medicina comportamentale, che si applica alle persone così come agli animali, prevede un’iniziale osservazione della dinamica all’interno dell’ambiente domestico da parte del professionista.Poi il comportamentista, i cani e gli umani coinvolti sperimenteranno nuovi metodi di interazione e comunicazione. Circoli virtuosi spezzeranno il circolo tossico di aggressività, mancanza di rispetto o di fiducia che si è venuto a creare per qualsiasi motivo.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA