Notizie Locali


SEZIONI
Catania 16°

Salute

Tumore ovarico, campagna con gli chef siciliani

Al via progetto di Acto Sicilia, coinvolge cuochi stellati e non contro uno dei big killers

Di Redazione |

 "Tumore ovarico: la prevenzione inizia dalla buona cucina siciliana". Questo il titolo dell’ultimo progetto di Acto Sicilia, l’associazione contro il tumore ovarico, supportato dall’Assessorato regionale alla Salute, che lancia una campagna di sensibilizzazione con il coinvolgimento dei più importanti chef siciliani, ambasciatori della dieta mediterranea, riconosciuta dall’Unesco come bene protetto e inserito nel 2010 nella lista dei patrimoni immateriali dell’Umanità. «E' necessario che molte più donne – sottolinea la presidente di Acto Sicilia Daniela Spampinato imparino a fare prevenzione anche in assenza di sintomi. Arrivare a una diagnosi precoce è importantissimo». 

 Nel 2020 in Italia il tumore dell’ovaio ha avuto un’incidenza di circa 5.200 nuove diagnosi. Ad oggi è uno dei 'big killers' tra le neoplasie ginecologiche (30%) ed occupa il decimo posto tra tutti i tumori femminili (3%). E in Sicilia la popolazione femminile (2.487.053) ha un target di prevenzione dei tumori all’ovaio di 14.5 per 100.000 abitanti. «L'acquisizione di corretti stili di vita fin dalla più tenera età – commenta la responsabile dell’Oncologia Medica dell’ospedale Cannizzaro di Catania Giusy Scandurra – rappresenta una modalità di prevenzione primaria di tutte le neoplasie. Stellati e non, gli chef che hanno raccolto la sfida di Acto Sicilia sono al momento 11. 

 «Grazie al contributo degli chef – conclude Spampinato – stiamo realizzando delle video/ricette da diffondere nei canali social. Verranno presentati piatti sani, gustosi, preparati con materie prime stagionali e a Km zero, attenti anche alla riduzione degli sprechi, per scelte più consapevoli e sostenibili anche per l’ambiente dove viviamo. Ne faremo anche un ricettario che vorremmo pubblicare e distribuire».  COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: