Notizie Locali


SEZIONI
Catania 27°

il prestigioso riconoscimento

A Francesca Planeta il Compasso d’Oro alla carriera

Produttrice di vino e presidente di Planeta Estate, ha fatto del design uno strumento per valorizzare il territorio

Di Redazione |

Francesca Planeta, presidente di Planeta Estate, è stata insignita del prestigioso Compasso d’Oro alla Carriera, riconoscimento che celebra il suo percorso professionale e il contributo significativo che ha offerto al settore del food design Made in Italy.

Una carriera che segue il solco di chi l’ha preceduta: coerenza e visione prospettica si fondono nell’esperienza in un settore storicamente tradizionalista. Il percorso tracciato è concreta materializzazione dei migliori principi di food design Made in Italy” – con queste parole la giuria ha motivato il premio alla carriera a Francesca Planeta.

Francesca ha saputo coniugare l’amore per il territorio siciliano con una visione moderna e innovativa, che ha portato Planeta a diventare un simbolo di eccellenza nel settore vinicolo ed enoturistico. La sua passione per la Sicilia e il suo spirito pionieristico, uniti all’eredità del padre Diego, a fianco dei cugini Alessio e Santi, e al sostegno di tutta la famiglia e delle persone che lavorano in azienda con un forte spirito di squadra, hanno contribuito a portare Planeta verso nuove vette, mantenendo sempre un profondo rispetto per le tradizioni locali e rendendole protagoniste di una narrazione visiva unica e coinvolgente.

La mia visione del design è profondamente legata alla bellezza della Sicilia, fonte inesauribile di ispirazione grazie alle sue ricchezze culturali e naturali,” ha dichiarato Francesca Planeta. “Qui, le sfumature dei paesaggi si riflettono nelle forme e nei colori, creando un legame viscerale con il territorio. La tradizione artigianale si unisce alla creatività contemporanea, dando vita a luoghi che narrano storie di vita e autenticità, dove ogni dettaglio è un omaggio alla ricca eredità dell’isola, narrando una storia di bellezza e passione.”

Il Compasso d’Oro, istituito nel 1954 e giunto oggi alla 70esima edizione, è il più antico e autorevole premio di design al mondo, e riconosce l’eccellenza nella progettazione e produzione.  Questo tributo alla carriera di Francesca Planeta non è solo un omaggio al suo percorso professionale, ma anche un segnale di come il design possa essere uno strumento potente per raccontare e valorizzare la cultura e la storia di un territorio.

Questa onorificenza giunge a pochi giorni dal conferimento della chiave della Guida Michelin a La Foresteria Planeta – il Wine Resort della famiglia a Menfi sulla costa sud-occidentale della Sicilia – che celebra le strutture che offrono i soggiorni più straordinari ed è un omaggio all’unicità del luogo menfitano, che incarna l’anima e l’ospitalità della famiglia Planeta come “Soggiorno Speciale”.

I Compassi d’Oro alla Carriera 2024 sono stati attribuiti a:

Paola Antonelli, Senior Curator del Dipartimento di Architettura e Design, e direttrice di Ricerca e Sviluppo del museo. 

Piero Lissoni, architetto, designer e art director, di numerosi brand di design quali Alpi, B&B Italia, Boffi, Living Divani, Lema, Lualdi, Porro e Sanlorenzo.

Paolo Rizzatto, designer e fondatore con Riccardo Sarfatti e Sandra Severi dell’azienda di illuminazione Luceplan. 

Roberto Gavazzi, presidente, CEO e azionista di maggioranza del grupppo Boffi|DePadova. 

Tadao Ando, architetto e premio Pritzker 1995. 

Umberto Cassina, ex presidente di Alias, dal 2007 presidente di MDF Italia.

Rei Kawakubo, stilista, fondatrice e direttrice creativa del marchio di moda Comme des Garçons.

Anna Ferrino, dirigente dal 2005 del marchio sportivo Ferrino, ne è dal 2008 amministratrice delegata. 

Francesca Planeta, presidente di Planeta Estate ideatrice di un sistema di ospitalità e di un percorso enologico tra le cantine siciliane.

Maurizio Riva, presidente di Riva Industria Mobili (con il marchio Riva 1920).

Roberto Ziliani, fondatore e amministratore delegato del marchio di illuminazione Slamp. COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: