Notizie Locali


SEZIONI
Catania 20°

agenzia

Calcio: Pioli, Berlusconi era un riferimento per il Milan

Ritrovo dei rossoneri, il mister: "Maldini? Stima e rispetto"

Di Redazione |

ROMA, 10 LUG – “Ho sentito spesso Silvio Berlusconi, anche una settimana prima della sua scomparsa”. Stefano Pioli parla dell’ex presidente rossonero, al primo giorno di scuola della nuova stagione. “Nelle sue telefonate si è sempre sentito il suo grande amore per il Milan. Un amore che ho visto anche ai festeggiamenti in Duomo per lo scudetto. Tutti i milanisti hanno perso un punto di riferimento, che ha fatto la storia del club. Ho parlato con Galliani, che ha avuto questa idea del trofeo Berlusconi: siamo molto contenti di potervi partecipare”. Da un monumento rossonero all’altro, Pioli racconta anche del suo rapporto con Paolo Maldini: “Con lui c’è sempre stato un grandissimo rapporto, di fiducia e rispetto. Abbiamo avuto più discussioni l’anno precedente, quello dello scudetto, rispetto all’ultimo anno”, risponde Pioli sul suo rapporto con l’ex dirigente rossonero. “Abbiamo avuto visioni diverse su alcune questioni, ma è normale che sia così. E no, non ho mai avuto paura di essere esonerato”, aggiunge il tecnico, tornando su quei giorni in cui l’allontanamento del dirigente sembrava poter costare il posto anche al mister.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: