Notizie Locali


SEZIONI
°

sport

Canottaggio paralimpico: record del mondo sui 2.000 metri del catanese Carmelo Barcella

Il campione della Rowing Team Catania ha chiuso la gara in 15'22" e ha stabilito anche due nuovi primati italiani sui 500 metri e nella prova di un minuto

Di Lorenzo Magrì |

Impresa del campione paralimpico catanese Carmelo Barcella. A Roma ai campionati italiani di canottaggio indoor rowing, Carmelo Barcella, in gara per il Rowing Team Catania, ha stabilito un record del mondo e due record italiani, in un evento open che ha visto al Centro Sportivo Sapienzasport a Tor di Quinto, la partecipazione di quasi 900 atleti da tutta Italia e da diverse parti del mondo (Stati Uniti, Greia. Svezia, Cina, Giappone, Brasile, Ucraina, Serbia, Francia, Inghilterra, Germania, Marocco, Tunisia).

Carmelo Barcella (Team Rowing Catania) in azione

Carmelo Barcella ha cominciato la sua avventura tricolore nella categoria PR1 (chi rema solo con braccia,  e pettorali) vincendo i 500 metri in 3’32”03 e stabilendo il nuovo record italiano e bissando l’oro nella misura Olimpica dei 2000 metri con il tempo di 15’22” che oltre ad essere il nuovo primato italiano è anche il nuovo record mondiale. Sul podio per questa straordinaria impresa Carmela Barcella è stato premiato dall’ex olimpionico di canottaggio, l’etneo Michelangelo Crispi, tecnico del Gruppo Sportivo Fiamme Gialle settore canottaggio.

Carmelo Barcella e l’ex olimpionico di canottaggio Michelangelo Crispi

Neanche il tempo di fare festa e Carmelo Barcella si è cimentato nella staffetta 4×500 mista e inclusiva, insieme ai suoi compagni del Rowing Team Catania Carlo Capizzi, Anna Ferrarello e Giovanni Rinaldi, con il formidabile quartetto etneo che ha chiuso con al collo l’argento, perdendo l’oro finendo dietro al Rowing Trento per appena 8″.Dopo queste belle imprese Carmelo Barcella ha partecipato al Summer Sprints tricolore, gara sulla distanza di un minuto, percorrendo ben 193 metri che rappresenta il nuovo record italiano.

Il colonello Carlo Calcagni e Carmelo Barcella

“Una bella esperienza e grandi risultati – racconta Carmelo Barcella – ai tricolori di canottaggio indoor al Centro Sportivo Sapienzasport a Tor di Quinto, davanti ad un numerosissimo pubblico, che durante tutte le gare mi ha acclamato e mi incoraggiava ad andare sempre più forte e alla fine dopo il record del mondo è stato bello vedere tutto il pubblico in piedi ad applaudirmi. Questi risultati mi ripagano degli enormi sacrifici sopportati per arrivare al top e mi permettono di guardare con fiducia alle prossime gare. Ringrazio l’ex olimpionico Michelangelo Crispi e uno dei miei avversari, il colonello Carlo Calcagni del Gruppo Sportivo della Difesa, che è stato l’avversario più ostico ma leale da superare”.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA