home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Catania, la mala burocrazia e le “Iene”: «Questo chiosco non s'ha da aprire»

La storia di Rosario e Ketty scoperta da Silvio Schembri: misteriosi esposti anonimi e pressioni esterne che hanno bloccato l'attività. E il sindaco Pogliese promettere di far luce sulla vicenda

Una storia di “ordinaria” mala burocrazia a Catania che è finita nel mirino de Le Iene la popolare trasmissione Mediaset. A Catania è arrivata la iena Silvio Schembri che ha raccontato la storia di una coppia che ha investito tutti i propri risparmi in un chiosco che però nonostante sembra avere tutte le autorizzazioni necessarie non riesce ad ottenere l’ultimo ok da parte del Comune. E Silvio Schembri ha scoperto che ci sarebbero pressioni negli uffici comunali per far sì che il chiosco non possa aprire. La storia è quella di Rosario e Ketty, quella di esposti anonimi, di un misterioso signor Cannizzo, degli uffici del Comune che prima ammettono pressioni esterni per poi negarle. E infine c’è il sindaco Pogliese che ha promesso di far luce sulla incredibile vicenda.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa