Notizie locali
Pubblicità

Caltanissetta

Gela, insegue e spara alla ragazza che ha litigato col figlio: lei finisce in ospedale, lui in carcere

In manette un 67enne, con precedenti di polizia anche per mafia, che ha fatto fuoco con una 7,65 nei pressi della stazione ferroviaria

Di Redazione

Un banale diverbio tra ventenni sarebbe alla base del tentato omicidio di Simona Maganuco, 24 anni, avvenuto mercoledì sera nei pressi della stazione ferroviaria di Gela. La giovane è stata ferita da Giuseppe Nucera, 67 anni, che ha precedenti di polizia tra cui associazione mafiosa.

Pubblicità

La ventiquattrenne - secondo la ricostruzione degli agenti della Squadra Mobile di Caltanissetta e del commissariato di Gela - avrebbe avuto un diverbio con il figlio del sessantasettenne che avrebbe risposto sparando alcuni colpi con una pistola 7,65.

 

 

La Maganuco, che era a bordo di una Fiat Panda, ha cercato di sfuggire a bordo della vettura e nel tentativo di raggiungere l’ospedale ha avuto un incidente frontale in via Butera. Il 67enne è stato subito individuato ai poliziotti e la polizia scientifica davanti la sua abitazione ha rinvenuto due bossoli che sono stati sequestrati e portati in laboratorio per gli accertamenti del caso.

Nucera ora si trova nel carcere di Caltanissetta in attesa della convalida mentre la ventiquattrenne, dopo le cure In ospedale, è stata dimessa con una prognosi di 15 giorni.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA