Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

L'afa dà una tregua, ma da sabato torna Lucifero

Fino a venerdì generale calo delle temperature, dal week end torna l'estate (e le alte temperature)

Di Redazione

Il generale calo termico in atto in queste ore interesserà anche il Sud Italia a partire da mercoledì. Tutto ciò è dovuto all’irruzione di venti sia di Bora (al Nordest) e sia di Maestrale. Il team del sito www.iLMeteo.it informa che l’ingresso di questi venti rimescolerà l’aria mitigando il clima e abbassando le temperature che di giorno faranno addirittura fatica a superare la soglia dei 30°C. Il caldo asfissiante sarà soltanto un ricordo, almeno per qualche giorno. Anche se su molte zone il sole sarà prevalente, potranno scoppiare temporali, localmente molto forti e con grandinate sulle regioni adriatiche come in Romagna, Marche, Abruzzo e sugli Appennini centro-meridionali (specie su quelli laziali, campani e lucani). «Questa situazione - affermano gli esperti - proseguirà almeno fino a giovedì, poi da venerdì e soprattutto nel weekend riemergerà l’anticiclone africano Lucifero, pronto a surriscaldare nuovamente il clima e a riportare il sole e un’estate caldissima su tutte le regioni».

Pubblicità

Nel dettaglio: - Martedì 17 - Al nord: nubi sparse al Nordest, più sereno altrove. Al centro: via via più instabile sulle regioni adriatiche con rovesci o temporali veloci. Al sud: in gran parte soleggiato.

- Mercoledì 18 - Al nord: cielo con nubi sparse o a tratti coperto, specie al mattino. Al centro: temporali pomeridiani su Appennini e zone limitrofe. Al sud: peggiora sugli Appennini con temporali forti.

- Giovedì 19 - Al nord: soleggiato. Al centro: possibili temporali pomeridiani tra frusinate e aquilano. Al sud: molte nubi sui rilievi, scarse precipitazioni.

Da venerdì pressione in ulteriore aumento, weekend molto caldo e soleggiato. 

Per la giornata di domani intanto la Protezione civile siciliana ha diffuso un bollettino di "preallerta" per rischio incendi e ondate di calore per la giornata di domani a Messina e Palermo. Nelle restanti province dell'Isola resta l’allerta rossa. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA