Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Sospeso il giudice “No Green Pass» di Messina Angelo Giorgianni

Lo ha deciso la Sezione disciplinare del Csm, accogliendo la richiesta del procuratore generale della Cassazione Giovanni Salvi.

Di Redazione

Sospeso dalle funzioni e dallo stipendio il giudice Angelo Giorgianni, consigliere alla Corte d’appello di Messina, che il 9 ottobre scorso parlò a Roma dal palco dei no green pass a piazza del Popolo. Lo ha deciso la Sezione disciplinare del Csm, accgliendo la richiesta del procuratore generale della Cassazione Giovanni Salvi.

Pubblicità

Jeans, giacca azzurra e cravatta, Giorgianni aveva attirato l'attenzione della folla appena salito sul palco di piazza del Popolo , prima proclamando l'abrogazione del green pass e poi parlando di un  "preavviso di sfratto" dato dal "popolo sovrano"  a "coloro che occupano abusivamente i palazzi del potere" . "Noi per loro vogliamo un processo, una nuova Norimberga" aveva aggiunto in un crescendo di toni, reclamando a nome dei manifestanti "giustizia per i morti , le privazioni, la sofferenza che hanno causato".  

 

 

Era quindi seguito quello che sembrava l'annuncio di dimissioni immediate dall'ordine giudiziario: «A coloro che dicono che la mia posizione è incompatibile, rispondo che scelgo il popolo sovrano e lascio la toga». In realtà in giudice pur avendo annunciato le dimissioni, non aveva ancora lasciato la magistratura. Ora è stato sospeso.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA