Notizie locali
Pubblicità

Economia

Borsa: Milano sempre male con Europa, Btp sfiora il 4%

Amsterdam -3,4%, pesa sfiducia in Bce e timori recessione Usa

Di Redazione

MILANO, 16 GIU - La scarsa fiducia dei mercati nelle misure della Bce e il timore che negli Stati Uniti per combattere l'inflazione si entri in una fase di recessione stanno affossando di nuovo i mercati. Dopo il tentativo di rimbalzo di ieri, la Borsa di Amsterdam cede infatti il 3,4%, con Milano, Parigi e Francoforte in calo di tre punti percentuali. Londra perde il 2,4% dopo il rialzo dei tassi di interesse da parte della Bank of England, con Madrid in calo dell'1,5%, mentre Mosca segna un rialzo tra uno e due punti percentuali. Sotto pressione anche i titoli di Stato, in questo caso con la tensione che tocca tutti i Paesi europei, Francia e Germania in testa. Le vendite sono molto forti sui bond a 5 anni mentre il rendimento del Btp a 10 anni, usato come riferimento anche dallo spread che si muove abbastanza contenuto a quota 211, ha sfiorato in corso di seduta la soglia psicologica del 4% e quota attualmente al 3,95%. Il taglio unilaterale delle forniture dalla Russia sta facendo schizzare ancora il prezzo del gas, che sale in Europa del 20% a 146 euro al Megawattora, superando un aumento complessivo del 70% nelle ultime tre giornate. In calo dello 0,2% l'euro che fatica a tenere quota 1,04 sul dollaro, sempre in calo anche superiore ai due punti percentuali i futures sull'avvio di Wall street. In Piazza Affari tra i titoli principali perdono oltre il 4% Poste, Eni, Stellantis e Mediobanca, mentre Saipem viaggia in chiara controcorrente con un rialzo di oltre tre punti.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: