home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Operatori porto turistico di Licata evadono fisco per 800 mila euro

Gli accertamenti della Guardia di Finanza hanno fatto anche rilevare l'esistenza di 394 posti barca nello specchio d’acqua antistante il porto non censiti dal catasto

Operatori porto turistico di Licata evadono fisco per 800 mila euro

AGRIGENTO - Una evasione dell’Imposta municipale unica (Imu) per circa 800 mila euro dal 2013 al 2017 da parte di soggetti economici proprietari di fabbricati destinati ad attività turistico - commerciale che operano all’interno del porto turistico «Marina di Cala del Sole» di Licata (Agrigento) è stata scoperta dalla Guardia di finanza del Comando provinciale di Agrigento.

Gli accertamenti, effettuati in collaborazione con il Comune, hanno fatto anche rilevare l'esistenza di 394 posti barca, dai 4 ai 70 metri, nello specchio d’acqua antistante il porto non censiti dal catasto, per i quali è ancora in fase di quantificazione l’imposta evasa. Le società che non hanno adempiuto ai previsti pagamenti saranno anche saranno soggette ad una sanzione amministrativa del 30% dell’importo dovuto nei casi in cui i ritardi nei pagamenti siano superiori ai 90 giorni. L’intervento della Guardia di finanza ha dato impulso ed incisività alle attività di controllo del Comune, che verrà sostenuto anche nella fase di accertamento e riscossione attraverso strette forme di collaborazione. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • pulsar

    12 Ottobre 2018 - 16:04

    L'UBICAZIONE DELL'OPERAZIONE DELLA GUARDIA DI FINANZA FA CAPIRE CHE..............LA LOTTA ALL'EVASIONE FISCALE E' ANCORA...............IN ALTO MARE.

    Rispondi

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa