Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Ragusa, “I viaggi di Ulisse” di Piovani chiude il festival 3drammi3

Di Redazione

Ragusa - Un racconto di musica, strumenti e parole, per un viaggio di fascino e meraviglia in compagnia di Ulisse, eroe moderno dell’antichità. Sono state le emozioni che i racconti storici hanno suscitato nel premio Oscar Nicola Piovani a guidarlo nella scrittura della partitura di uno spettacolo sublime, il concerto mitologico dedicato ai “Viaggi di Ulisse”, che domenica 9 giugno, alle ore 19.30, al Distretto di Ragusa Ibla chiuderà “3drammi3”, il festival ibleo della tragedia greca, un appuntamento, arrivato alla terza edizione, che crea un ponte fra la città di Ragusa e le tragedie greche siracusane, grazie alla collaborazione preziosa dell'Inda e degli Amici dell'Inda..

Pubblicità

Un’incursione unica, suggestiva, affascinante tra le gesta del re di Itaca, in un concerto che diversamente da altri usa la musica e le parole per accompagnare il pubblico in uno spettacolo che ha dell’epico e che rasenta la perfezione. Il maestro Piovani dirigerà la sua orchestra e i solisti, Andrea Avena al contrabasso, Marina Cesari ai fiati, Pasquale Filastò al violoncello, Ivan Gambini alle percussioni, Aidan Zammit alle tastiere, e insieme a loro lo stesso Piovani al pianoforte. I testi sono dei grandi autori, da Konstantinos Kavalis a Omero, da James Joyce a Torquato Tasso, da Pindaro a Umberto Saba.

Quasi un film più che un album musicale: all’inizio una leggera melodia apre il lavoro, un “Prologo” che anticiperà il viaggio verso Itaca di Ulisse, per poi passare alla voce di Carlo Cecchi che chiuderà il pezzo.

Sarà un momento di grande intensità, uno degli appuntamenti di punta di questa quarta edizione del festival dedicato alle tragedie greche nella culla del barocco ibleo, in programma dal 7 al 9 giugno prossimo, promosso dal Teatro Donnafugata, con la direzione artistica di le sorelle Vicky e Costanza Di Quattro e Clorinda Arezzo, il contributo dell’assessorato agli Spettacoli del Comune di Ragusa, in stretta sinergia con l’Inda di Siracusa. Il programma prevede il 7 giugno, alle ore 18.30, “Meter” al Teatro Donnafugata di Ragusa Ibla, regia di Aurora Miriam Scala e poi alle 20.30 “Elettra di Euripide” con la regia di Walter Manfrè che incanterà il pubblico del cortile dell’Università. Speciale attenzione anche per i più piccoli a cui è dedicato lo spettacolo “Elena” in una versione dedicata ai più piccoli, diretta da Giuseppe Spicuglia, alle ore 18.30 al Teatro Donnafugata. Alle ore 20.30, sulla scalinata del Duomo di San Giorgio, ancora una volta trasformata in magica location di serate ormai entrate nel cuore di migliaia di spettatori, “Penelope. Il grande inganno” con la regia di Manuel Giliberti e le musiche di Antonio Di Pofi eseguite dalla banda dell’istituto musicale Giuseppe Verdi: una coproduzione Inda, Verso Argo e Teatro Donnafugata.

L’eccellenza musicale di Piovani e della sua orchestra s’intreccerà straordinariamente con la bellezza paesaggistica di Ragusa Ibla che potrà essere ammirata da un angolo d’eccezione com’è il Distretto ibleo. Musica, quindi, parole e magnificenza dei luoghi per una serata davvero speciale che chiuderà in bellezza un programma ricco e rivolto a un pubblico sempre più vasto, con tanti appuntamenti da non perdere che spazieranno dalla rappresentazione classica in senso stretto al teatro per bambini alle conversazioni, fino appunto alla presenza di un premio Oscar.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA