Notizie locali
Pubblicità

Trapani

Incendio al Calampiso Resort, ospiti non potranno rientrare fino a sabato

Di Redazione

TRAPANI - Non rientreranno fino a sabato i turisti che ieri hanno dovuto lasciare il resort di Calampiso, nel Trapanese, per il vasto incendio arrivato a lambire la struttura. Dopo l’evacuazione dei 600 villeggianti sono cominciati i controlli per verificare il funzionamento degli impianti elettrici, idrici e delle comunicazioni che potrebbero essere stati danneggiati. Gli immobili non hanno riportato danni, ma c'è ancora un forte odore di fumo che non consente il rientro dei turisti.

Pubblicità

I villeggianti, ieri, dopo essere stati allontanati via mare, sono rientrati solo il tempo di prendere i bagagli e hanno trascorso la notte nelle strutture messe a disposizioni da albergatori di San Vito. Alcuni, i siciliani soprattutto, hanno preferito anticipare il rientro a casa.

«Abbiamo affrontato l’emergenza con grande efficienza», dice Alfio La Ferla, direttore della Tmc, la società che gestisce i servizi alberghieri del resort. 

«I turisti siciliani hanno preferito tornare a casa - ha confermato il sindaco di San Vito Matteo Rizzo - alla fine sono rimaste circa 250 persone. Grazie alla disponibilità di strutture messe a disposizione, non si è reso necessario dormire nella scuola che ieri era stata organizzata come punto di ristoro. Grazie a Dio la situazione è stata gestita e si sono evitati momenti di panico».

Ieri pomeriggio era stato lo stesso sindaco a lanciare un accorato appello via Facebook. Ha chiesto la disponibilità dei pescatori della zona e delle barche da turismo per potere trasferire i turisti a San Vito dal villaggio che rischiava di finire tra le fiamme. «La nostra marineria è stata molto efficiente - spiega il sindaco - le barche sono uscite tutte in tempi rapidissimi. Così siamo riusciti a traghettare tutti, poi con i bus abbiamo portato le persone a scuola per dare accoglienza».

Qui i turisti, tra cui molte donne e moltissimi bambini, sono stati rifocillati. Nella notte l’incendio nella zona è stato domato, come spiega lo stesso sindaco. «Ora c'è da capire quali siano gli eventuali danni e verificare la questione sicurezza", dice Rizzo. "Ci dispiace per le vacenze rovinate dei turisti - aggiunge - e per i danni al territorio. Ma alla fine siamo riusciti a gestire tutto nella massima sicurezza».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA