Notizie locali
Pubblicità

Siracusa

Siracusa, il sindaco Italia molla il Pd e nomina una nuova Giunta

Dopo le dimissioni di tre assessori, la crisi è stata risolta (con il vice sindaco che lascia i dem)

Di Redazione

Alle dimissioni di tre assessori - due rappresentanti dell’associazione Lealtà e condivisione e uno in quota del movimento Amo Siracusa legato a Gaetano Cutrufo della segreteria regionale del Pd - è seguita da parte del sindaco di Siracusa, Francesco Italia, esponente di primo piano di Azione, la risoluzione lampo della crisi con la nomina di una nuova giunta. 

Pubblicità

Mentre Fratelli d’Italia auspicava le dimissioni anche del primo cittadino, quest’ultimo ha nominato Agata Bugliarello, avvocato, ai Beni patrimoniali; Concetta Carbone alle Politiche sociali; Andrea Firenze allo Sviluppo economico e Sport; Tutela ambientale e Servizio idrico a Giuseppe Raimondo; Polizia municipale a Dario Tota, che è stato ex assessore della giunta dell’ex sindaco, Giancarlo Garozzo. Confermati il vicesindaco Pierpaolo Coppa, l’assessore alla Cultura Fabio Granata, l'assessore ai Rifiuti Andrea Buccheri, e alla Protezione civile Sergio Imbrò. 

Italia ha perso nelle ultime settimane il sostegno di Italia viva e del Pd, tanto che il neo assessore Firenze ha comunicato di essersi dimesso dal direttivo comunale e dall’assemblea provinciale dei dem, «non condividendo la linea del partito», ha spiegato. 

«È un momento di svolta - ha detto il sindaco di Siracusa - abbiamo una giunta nuova al 50 per cento. Ho il sostegno di tanti movimenti e della la società civile. Presenteremo un programma che proietti Siracusa verso gli obiettivi da raggiungere con il Pnrr». 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA