Notizie locali

Archivio

Prescrizione: Bonafede a Renzi, ‘c'è chi minaccia e urla, io lavoro'

Di Redazione

Roma, 5 feb. (Adnkronos) - “Sento dichiarazioni al limite delle minacce e toni da opposizioni, ma io non do risposte a chi sembra farsi scrivere testi da Salvini e Berlusconi”. Lo ha detto il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, lasciando la cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario al Consiglio di Stato, con una chiara stoccata a Matteo Renzi.

Pubblicità

“Non mi sono mai sottratto al confronto e al dibattito -rivendica il Guardasigilli- c'è una maggioranza che lavora, ma lavorare vuol dire stare seduti a un tavolo e non vuol dire urlare e strillare sfiorando il tono delle minacce” e usando “toni da opposizione”.

“Se la riforma del processo penale resta bloccata non verrà velocizzata. Qualcuno si sta imputando su quel tema” della prescrizione, per Bonafede solo un ‘tassello' di un quadro molto più complesso, “mi piace lavorare -ribadisce- e non abusare della pazienza dei cittadini e molestarli con dichiarazioni che hanno il tono della minaccia”.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: