home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Ha vinto con due “strisce” da 21 euro

A Caltanissetta prosegue la caccia al vincitore del favoloso jackpot da 130 milioni

Ha vinto con due “strisce” da 21 euro

Caltanissetta E’ ormai “caccia” al fortunato vincitore che in occasione del concorso del “Superenalotto” dell’altroieri sera a Caltanissetta è diventato una sorta di “superpaperone” avendo indovinato un jackpot di 130.195.242,12 euro. Un “quasi record” poiché si tratta della quinta cifra più alta registratasi da quando in Italia è stato avviato il Superenalotto, che anche a Caltanissetta ha molti giocatori affezionati, 500 dei quali in media si recano nella ricevitoria nr. 2019 di via Vitaliano Brancati (di fronte il liceo scientifico) gestita da quasi vent’anni dai coniugi Sabrina Savarino di 45 anni e Fabrizio Sunseri di 49 anni

Chi può essere il “superfortunato”? «Non lo sappiamo proprio» dicono i due titolari della ricevitoria, che ieri, sin dalle prime ore della mattinata, è stata affollata da clienti interessati a seguire da vicino la vicenda e a sapere se il vincitore (o la vincitrice) sia una persona conosciuta, da curiosi e da una folla di giornalisti arrivati anche da Roma in occasione de “La Vita in diretta” per seguire quello che viene considerato “l’evento fortunato dell’anno”.

«L’unica cosa che siamo riusciti ad accertare è che la giocata è stata fatta poco dopo le ore 11 di martedì – aggiungono - e cioè poche ore prima che si effettuasse l’estrazione dei numeri vincenti. Ipotesi? Praticamente nessuna. Come si fa ad indovinare? Da noi vengono a giocare tantissime persone, e tra queste ci sono quelle che frequentano il Palazzo di Giustizia, i supermercati vicini, gli uffici che sono ubicati in via Pietro Leone, tanti ragazzi dell’istituto “Alessandro Volta”, e poi tante famiglie che abitano nei quartieri vicini e cioè quelli di Santa Petronilla, di via Paladini e nelle zone rurali limitrofe; infine ci sono anche i clienti che vengono qui per comprare i giornali e farsi al tempo stesso una giocata. Insomma sapremo chi ha vinto questa somma solo se fa in modo di farsi riconoscere».

Fa comunque riflettere il fatto che – contrariamente a quanto era stato detto in un primo momento – la schedina vincente non è stata giocata da colui che ha vinto questa somma straordinaria con soli due euro, ma bensì con ventuno, con due “pannelli” del costo di 10,50 euro ciascuno. Si tratta di una schedina “Superstar” che comprende sette numeri, di cui poi sei sono stati estratti (e cioè, nell’ordine, 12, 23, 39, 54, 72 e 73) ed hanno consentito la strabiliante vincita. Questo potrebbe far pensare che si tratti di un giocatore molto esperto, che da solo avrebbe compilato la schedina e poi l’ha fatta registrare in ricevitoria, come – probabilmente – è solito fare in maniera abitudinaria.

Non ha trovato conferma ieri la “pista” che era stata ipotizzata subito dopo la notizia della vincita, e cioè dopo che i coniugi Sunseri e Saverino (che erano accompagnati dalla figlia Alessia di 19 anni, che studia Lettere classiche all’università di Palermo) hanno riaperto martedì sera dopo le 22 la ricevitoria, quando una signora alla guida di una Fiat 500 è stata vista transitare ripetutamente più volte in via Vitaliano Brancati ed ad ogni giro avrebbe rallentato suonando al tempo stesso il clacson e – a detta dei presenti – con “salutare festante”, senza però mai fermarsi.

A Caltanissetta comunque la notizia è stata accolta da tutti con grande gioia, anche perché c’è la speranza che il vincitore sia un nisseno - si parla di tre persone che giocano sistematicamente con un sistemino “Superstar” di 21 euro, due uomini e una donna - e che questi possa destinare una parte della vincita in opere da realizzare in città. Un capoluogo di provincia che si va impoverendo sempre più, dove il dramma maggiore è la mancanza quasi assoluta di un’occupazione. Allarmanti i dati forniti nei giorni scorsi dalla Caritas diocesana locale, che nel 2016 ha accertato come il 50% dei giovani siano andati via in cerca di un lavoro a occupazione, e nello stesso periodo sia stato registrato il 40% di abbandoni scolastici.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • Claudiouno80

    22 Aprile 2018 - 15:03

    Ciao carissimo fortunato. Tanti auguri per la tua vincita e se sei un operaio te lo meriti veramente col cuore da parte di un operaio come te che purtroppo ha perso il lavoro perché hanno saputo che sono diabetico e con diversi problemi ora sono invalido al 80% nessuno mi aiuta mi hanno dato questi famosi €280 che mi ci pulisco.... non mi assume nessuno perche non cammino bene non vedo benissimo e ho 50 anni... mi congratulo ancora con te, Inoltre mi voglio permettere di darti un piccolo consiglio su quello che avrei fatto io dato che sono tanti 130 avrei dato qualcosa in beneficenza ma se lo fai non darli in mano così alla gente specie nei luoghi pubblici perché sai benissimo anche tu dove vanno a finire organizza lì bene e aiuta veramente chi c'è da aiutare, ospedali i primi,, e Se hai voglia di aiutare anche me allora ti saro molto grato e magari un giorno ci berremo un caffè insieme... Ciao carissimo

    Rispondi

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO