Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

Clima: Draghi, 'Ue da sola non può farcela, agire tutti in modo incisivo'

Di Redazione

Roma, 20 ott. Nella lotta al cambiamento climatico "l'Unione europea si è posta obiettivi ambiziosi. Questi includono la riduzione delle emissioni di gas climalteranti del 55% rispetto ai livelli del 1990 entro il 2030, e il raggiungimento di zero emissioni nette nel 2050. Tuttavia, senza il coinvolgimento delle maggiori economie mondiali non potremo rispettare gli accordi di Parigi e contenere il riscaldamento globale entro un grado e mezzo". Lo ha affermato il presidente del Consiglio, Mario Draghi, nelle comunicazioni in Aula al Senato in vista del Consiglio europeo del 20 e 21 ottobre.

Pubblicità

"L'Unione europea è responsabile di appena l'8% delle emissioni globali. I Paesi del G20 nel loro complesso ne producono circa tre quarti del totale. La crisi climatica può essere gestita solo se tutti i principali attori globali decidono di agire in modo incisivo, coordinato e simultaneo. In tutti questi ambiti, l'Italia intende muoversi con convinzione per tutelare l'interesse dei cittadini italiani e di quelli europei. L'appoggio del Parlamento è decisivo perché la nostra azione possa davvero essere efficace", ha rimarcato il presidente del Consiglio chiudendo il suo intervento.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: