Notizie locali
Pubblicità

Lavoro

L'Asp Catania cerca medici per ospedali della provincia

Si cercano specializzati in anestesia, cardiologia, chirurgia, ortopedia, medicina d’urgenza e medicina interna

Di Redazione

L’Asp di Catania ha pubblicato un avviso di consultazione preliminare di mercato finalizzato all’individuazione di operatori economici per il reclutamento di medici specializzati in anestesia, cardiologia, chirurgia, ortopedia, medicina d’urgenza e medicina interna.

Pubblicità

I posti da occupare sono nei presidi ospedalieri 'Gravina' di Caltagirone, 'Mario Basso Ragusa' di Militello Val di Catania, 'Castiglione Prestianni' di Bronte, 'Santissimo Salvatore' di Paternò, 'San Giovanni Di Dio' di Giarre, 'Santa Marta e Santa Venera' di Acireale e 'Maria Santissima Addolorata' di Biancavilla. L'avviso è consultabile sul sito dell’Asp di Catania. Il riscontro alla procedura dovrà avvenire secondo le modalità riportate nell’avviso, entro le 18 del 15 luglio.

Con questa procedura, spiega in una nota l’Azienda provinciale sanitaria etnea, «si intendono integrare i servizi già prestati dal personale medico degli ospedali indicati» vista «la grave carenza di organico che potrebbe determinare l’impossibilità di raggiungere gli obiettivi previsti dalla normativa vigente». 


 Nell’ultimo triennio la direzione Strategica dell’Asp di Catania ha «avviato diverse procedure di adeguamento dell’organico sanitario», ma, «ciò nonostante, permangono tali carenze, che causano numerose criticità, riscontrate anche a livello nazionale, nell’organizzazione dei servizi e nella turnazione degli operatori». "L'approssimarsi del periodo estivo e la necessità di far usufruire al personale i periodi di ferie - sottolinea l’Asp di Catania - aggrava ancor di più la situazione di carenza di organico, considerato il fatto che il territorio provinciale, nel periodo estivo, subisce una profonda trasformazione legata all’imponente flusso di turisti e di siciliani di origine che rientrano per le vacanze».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: