home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Geologo su terremoto nel Catanese: «Ancora energia da liberare da dotti magmatici»

Secondo Fabio Tortorici, presidente siciliano della Fondazione Centro Studi del Consiglio nazionale dei geologi, lancia anche un allarme sulla mancanza, da parte dei Comuni, di Piani di emergenza adeguati

Geologo su terremoto nel Catanese: «Ancora energia da liberare da dotti magmatici»

ROMA - «Il terremoto della scorsa notte è un evento che non ha nulla di eccezionale perchè i terremoti nell’area etnea hanno sempre una media-bassa magnitudo e una profondità ipocentrale abbastanza bassa. Questo significa che l'energia si distribuisce in una superficie molto ridotta, diversamente dai terremoti tettonici, come quello di Messina del 1908 o del Belice, hanno una magnitudo inferiore». Così Fabio Tortorici, presidente siciliano della Fondazione Centro Studi del Consiglio nazionale dei geologi secondo il quale tuttavia, seppure i segnali vanno verso un declino della fase eruttiva "forse questo terremoto non ha liberato tutta l’energia conservata nei dotti magmatici".


Tortorici lancia un allarme: «Se quanto sta accadendo non mi stupisce da un punto di vista geologico e sismologico, mi stupisce invece che malgrado questi eventi distruttivi tanti comuni non siano dotati dei piani di emergenza comunale. Si è partiti inoltre in ritardo con gli studi di microzonazione sismica che permette di stabilire come una struttura già realizzata o da progettare possa rispondere a un terremoto».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

Qua la zampa

GOSSIP