Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Sant'Agata di Militello, contributi indebiti da Ue e Regione: otto denunciati per truffa

Di Carmela Marino

SANT'AGATA DI MILITELLO (MESSINA) - La Guardia di finanza ha eseguito un sequestro preventivo di un milione di euro nei confronti di due imprenditori T.F., 63 anni, e di S.G., 49 anni, a Sant'Agata di Militello (Me), nel corso di indagini nel settore delle indebite percezioni dei finanziamenti pubblici europei e regionali. Le Fiamme gialle hanno anche denunciato otto persone per truffa.

Pubblicità


L’indagine è iniziata dopo una verifica su un’azienda con sede in Sant'Agata di Militello, la quale, fin dai primi riscontri, è apparsa palesemente inconsistente, tanto da risultare poi inesistente e, di fatto, gestita dallo stesso rivenditore controllato. Il materiale in questione consistente in arredi, elettrodomestici, elettronica, tendaggi, tessili. Era stato ulteriormente fatturato in vendita dal rivenditore di Sant'Agata di Militello a un’altra persona che opera nel settore alberghiero a Tusa. Quest’ultimo è risultato essere beneficiario di due contributi pubblici previsti per il miglioramento della propria attività. Invece, come emerso dalle indagini, avrebbe utilizzato le fatture false per giustificare i costi che era necessario rendicontare per ottenere i finanziamenti.


I finanzieri hanno posto sotto sequestro per equivalente sei unità immobiliari facenti parte della struttura turistica per un valore di oltre 535.000 euro e 165.000 euro depositati nei conti correnti bancari e postali di due degli indagati. Sequestrata anche l’ultima parte del finanziamento pubblico, pari a 400.000 euro e la cui concessione era prevista per la fine di gennaio.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA