Notizie Locali


SEZIONI
Catania 15°

la strage di altavilla

«Così ho aiutato papà ad uccidere mamma e i miei due fratelli», il racconto dell’orrore della figlia di Barreca

La diciassettenne è stata fermata per omicidio e occultamento di cadavere

Di Redazione |

Un racconto spontaneo per rivelare il suo “pieno coinvolgimento” nella strage di Altavilla. A renderlo è stata la figlia 17enne di Giovanni Barreca che il 14 febbraio si è presentata davanti alla procuratrice Claudia Caramanna per raccontare il suo ruolo nel triplice omicidio della madre, Antonella Salamone, e dei due fratelli, Kevin e Emanuel, di 16 e 5 anni.

La ragazza, interrogata in presenza del suo avvocato, ha fornito un «resoconto agghiacciante, anche rispetto al suo contributo personale», di quanto avvenuto nella casa di Altavilla.

La ragazza, spiega una nota della procura, ha raccontato delle «torture subite dalla madre e dei fratelli, delle loro atroci sofferenze e dell’agonia fino alla morte». Ha anche raccontato del modo in cui è stato dato fuoco al corpo della madre e di come hanno sepolto i resti. La figlia di Barreca è indagata per concorso in omicidio e occultamento di cadavere.

Da anni, “i demoni” abitavano la sua casa e dovevano essere scacciati dalla madre e dal piccolo Kevin, particolarmente legato alla donna e quindi “abitato” dalle stesse figure demoniache. E’ uno dei particolari del racconto fornito dalla figlia 17enne di Giovanni Barreca che ha confessato il suo coinvolgimento nella strage di Altavilla in cui, al termine di torture e riti esoterici, sono stati uccisi la madre, Antonella Salamone, e i due fratelli, Kevin e Emanuel. La ragazza è indagata per concorso in omicidio e occultamento di cadavere. Per il pluriomicidio sono in carcere il padre, Giovanni Barreca, e una coppia di palermitani, Sabrina Fina e Massimo Carandente.

La minore ha detto che già da anni c’erano dei «demoni» in casa e che per colpa dei diavoli erano accadute delle cose negative alla sua famiglia: perciò avevano avuto la necessità di scacciarli dalla madre e dal fratello 16enne molto legato alla donna e quindi posseduto dalle stesse figure demoniache.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti:

Articoli correlati