Notizie locali
Pubblicità

Economia

Bcc Toniolo S. Cataldo e Bcc S. Michele di Caltanissetta e Pietraperzia: dalla Bce arriva l'ok alla fusione

 La nuova Bcc conterà poi oltre 2.800 soci, 72mila clienti e oltre 2,4 miliardi di euro di attivi

Di Redazione

Il Consiglio d’amministrazione di Iccrea Banca ha informato i cda della Bcc Toniolo S. Cataldo e della Bcc S. Michele di Caltanissetta e Pietraperzia di aver ricevuto l’autorizzazione della Banca centrale europea sul percorso aggregativo tra le due Bcc. La nuova realtà, che si chiamerà Bcc G. Toniolo e San Michele di San Cataldo, nascerà formalmente dopo la ratifica da parte delle assemblee straordinarie dei soci, previste entro il prossimo ottobre; sarà operativa con 38 sportelli e potrà garantire la copertura di 143 Comuni in 8 delle 9 province siciliane, con l’esclusione di Messina. 
 La nuova Bcc conterà poi oltre 2.800 soci, 72mila clienti e oltre 2,4 miliardi di euro di attivi. La raccolta diretta sarà di circa 1,4 miliardi di euro, un patrimonio prossimo ai 251 milioni di euro e un importante profilo di solidità patrimoniale, con il Cet1 intorno al 46,5%. 
 «Questa nuova operazione di aggregazione in Sicilia permette di evolvere il modello di servizio delle Bcc del Gruppo Bcc Iccrea sul territorio siciliano - ha commentato il presidente di Iccrea Banca, Giuseppe Maino - rafforzando e consolidando al contempo le proprie risorse a beneficio dei soci e clienti delle comunità di riferimento». 
 Il Gruppo Bcc Iccrea è costituito da 120 Banche di credito cooperativo, presenti in oltre 1.700 comuni italiani con quasi 2.500 sportelli, e da altre società bancarie, finanziarie e strumentali controllate dalla Bcc Banca Iccrea.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA