Pubblicato: 18/04/2011
Arrestati vertici clan Nardo
Lentini: in manette Angelo Randazzo e Filadelfio Nardo, due boss della famiglia mafiosa storicamente alleata dei Santapaola di Catania. I carabinieri hanno sequestrato un patrimonio di oltre 20 milioni di euro
SIRACUSA - Il reggente della cosca mafiosa Nardo di Lentini, storicamente alleata di Cosa nostra, e un suo luogotenente sono stati arrestati da carabinieri comando provinciale di Siracusa in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emesse dal Gip di Catania su richiesta della Distrettuale distrettuale antimafia della Procura etnea. I carabinieri hanno eseguito anche un sequestro di beni, per un valore complessivo di circa 20 milioni di euro, nei confronti di un terzo esponente di vertice dello stesso clan, recentemente arrestato.

Gli arrestati sono Angelo Randazzo, di 35 anni, ritenuto il reggente della cosca, figlio di una sorella del boss detenuto Sebastiano Nardo, e il suo luogotenente, Filadelfio Nardo, di 37 anni, cugino di secondo grado dello stesso capomafia. Il reato ipotizzato dal Gip di Catania è per entrambi di concorso in associazione mafiosa.

I beni sono stati sequestrati a Giuseppe Gentile, 59 anni, indicato come esponente di spicco della stessa organizzazione criminale, arrestato il 12 gennaio scorso nell'ambito operazione antimafia dei carabinieri denominata Morsa. Le indagini sono state coordinate dal procuratore capo di Siracusa, Ugo Rossi, dal procuratore capo di Catania, Michelangelo Patanè, e dall'aggiunto della Dda etnea, Giuseppe Toscano.